Conciliazione vita - lavoro

Online l'avviso pubblico rivolto ai gestori di centri estivi interessati ad aderire al progetto per il contrasto alle povertà educative. Domande fino al 10 aprile.

Data :

26 marzo 2024

Conciliazione vita - lavoro
Municipium

Descrizione

E’ aperto fino a mercoledì 10 aprile il bando rivolto ai gestori dei centri estivi interessati ad aderire al “Progetto per il contrasto alle povertà educative e la conciliazione vita-lavoro: sostegno alle famiglie per la frequenza di centri estivi anno 2024”. Il progetto cofinanziato dai Fondi europei della Regione Emilia-Romagna, ed è a cura dei Comuni Capofila dei Distretti la gestione amministrativa, secondo le modalità e i criteri indicati dalla Regione.

Tra i compiti dei Comuni rientra l’individuazione, tramite procedura pubblica, dei gestori aderenti; sulla base delle adesioni pervenute verrà formalizzato e pubblicizzato l’apposito “Elenco distrettuale dei centri estivi aderenti”.

I Gestori dei centri estivi che si svolgeranno nel territorio comunale, possono presentare la propria adesione al Comune di Piacenza Servizi Educativi non oltre il 10 aprile 2024, utilizzando il modulo All.A1).

La trasmissione dovrà avvenire mediante posta elettronica all’indirizzo: protocollo.generale@cert.comune.piacenza.it.

La domanda dovrà essere accompagnata da copia del documento di identità del Legale Rappresentante, copia dello Statuto o atto costitutivo (se non già a disposizione dell’Amministrazione comunale).

E’ possibile trovare tutta la documentazione nella sezione: “Allegati”.

 

Le famiglie beneficiarie saranno individuate con successivo Avviso pubblico, secondo una graduatoria in ordine di ISEE, fino ad esaurimento del budget disponibile. Il contributo è finalizzato all’abbattimento della retta di frequenza ed è rivolto a famiglie in possesso di specifici requisiti di reddito e occupazionali. Il bando per le famiglie uscirà indicativamente dopo il 20 aprile.

I requisiti di ammissibilità al contributo richiesti alle famiglie saranno in sintesi i seguenti:

  • residenza: il genitore può chiedere il contributo se residente nel Comune

  • età dei figli: compresa tra i 3 e i 13 anni (nati dall’01/01/2011 al 31/12/2021) o fino ai 17 anni se con disabilità certificata ai sensi della Legge 104/1992 indipendentemente dall’attestazione ISEE

  • reddito: attestazione ISEE pari o inferiore a Euro 24.000,00. Sarà valida l’attestazione ISEE 2024 o, in alternativa (solo per chi non ne è in possesso), quella del 2023, nonché, nei casi previsti dalle disposizioni vigenti, l’ISEE corrente

  • stato occupazionale: entrambi i genitori, o l’unico, nei casi di famiglie monoparentali, occupati ovvero lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati, comprese le famiglie nelle quali uno o entrambi i genitori siano fruitori di ammortizzatori sociali, o nelle quali uno o entrambi i genitori, siano disoccupati e abbiano sottoscritto un Patto di servizio quale misura di politica attiva del lavoro; oppure anche solo uno dei genitori occupato o rientrante nelle fattispecie di cui sopra, se l’altro genitore è impegnato in modo continuativo in compiti di cura, con riferimento alla presenza di componenti il nucleo familiare con disabilità grave o non autosufficienza, come definiti ai fini ISEE.

Informazioni per le famiglie:

Quando sarà disponibile l’elenco dei centri accreditati, uscirà il bando per le famiglie, indicativamente dopo il 20 aprile. Nel frattempo le famiglie interessate che non sono in possesso dell’ISEE 2024 possono attivarsi per acquisirlo presso i CAF del territorio.

Il contributo potrà essere, come lo scorso anno:

  • Euro 100,00 per settimana se la retta settimanale di frequenza prevista dal gestore del centro estivo è uguale o superiore;
  • pari all’effettiva retta settimanale di frequenza se la stessa è inferiore a Euro 100,00;

complessivamente fino a un massimo di Euro 300,00 per figlio.

Il Comune liquiderà i contributi ai Gestori a titolo di rimborso degli sconti applicati sulle rette per la frequenza dei centri estivi delle famiglie beneficiarie.

Per la verifica dei posti disponibili e per le pre-iscrizioni/iscrizioni ai centri le famiglie dovranno prendere diretti contatti con i GestoriI Gestori si impegnano a rilasciare alle famiglie richiedenti una dichiarazione o documentazione comprovante l’avvenuta pre-iscrizione, in quanto le famiglie stesse la dovranno allegare alla domanda di contributo.

Non sarà possibile cambiare il centro indicato nella domanda di contributo, se non a causa di indisponibilità di posti comunicata formalmente dal Gestore (email alla famiglia e al Comune).

UTILIZZO LOCALI SCOLASTICI

I Gestori interessati all’utilizzo di locali scolastici devono verificarne la disponibilità presso la Direzione didattica/Istituto scolastico competente, che dovrà rilasciare il parere, e poi presentare richiesta al Comune.


A breve, al fine di ampliare e diversificare le opportunità ricreative ed educative estive rivolte ai minori in carico al Servizio sociale con disabilità o appartenenti a nuclei familiari fragili, usciranno altri 2 Avvisi pubblici rivolti ai Gestori di centri estivi e a Soggetti del Terzo Settore attivi nel campo della disabilità, per la realizzazione di 2 specifiche misure di sostegno: “Progetto Estate per Tutti” e “Progetto Estate personalizzato”.

Municipium

Allegati

All.A) Avviso pubblico gestori Conciliazione
All.A1) facsimile adesione gestori (1)
All B) fac simile domanda contributo L.104
All B1) Certificazione centri estivi
DGR 469-2019.Direttiva regionale (1)
INDIRIZZI SCUOLE

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot